CONSULENZA OLISTICA


Il CONSULENTE OLISTICO (FONTE UNI-PRO)


Il Consulente Olistico (dall’Inglese Counselor Olistico) è una nuova figura professionale che nasce all’interno del paradigma contemporaneo in cui tutto è considerato interdipendente. All’interno di questa visione, qualsiasi problema del singolo è interconnesso con una rete di situazioni/relazioni tra loro imprescindibili. Il professionista si avvarrà quindi di strumenti Pedagogici che riconoscono la persona come un’intarsiatura di un insieme più ampio ed opererà nella relazione d’aiuto con un’attenzione non solo rivolta alla persona, ma al contesto in cui la stessa vive. La malattia in questo caso non è vista come disarmonia, ma come mancanza di libertà; non è un nemico da sconfiggere, ma un “portatore sano” di messaggi a volte scomodi da leggere e portare alla luce della consapevolezza, ma essenziali per intraprendere un precorso di crescita. Il Consulente Olistico, quindi, accompagna il suo interlocutore con umiltà e chiarezza d’intenti in quello spazio di silenzio e di trasmutazione in cui tutto può compiersi.


Come in qualsiasi forma di consulenza il cliente si rivolge al professionista per chiedere un aiuto in qualcosa dove trova difficoltà, questo tipo di Consulente espleta la sua opera nell’interlocuzione pedagogica che è considerata dal professionista come un momento di crescita e d’apprendimento permanente. Il Consulente Olistico, non usa diagnosi, non prescrive cure o rimedi e soprattutto non promette guarigioni. L’intento educativo è quello di accompagnare l’individuo per intercettare ed eventualmente modificare gli stili di vita che possono generare delle disarmonie, sostenerlo nel suo percorso personale al fine di risvegliare quella coscienza originaria che ci abbandona durante la crescita per uniformarci e sopravvivere in un organismo culturale e sociale in cui nessuno più riesce a riconoscersi.

Clicca qui per leggere i miei articoli sul Couseling pubblicati da Brainfactor.


Brainfactor, ISSN 2035-7109, è una testata scientifica dedicata alla ricerca sul cervello e alle neuroscienze. Registrata al Tribunale di Milano n. 538 del 18/09/2008, certificata HONcode dalla Fondazione Health On the Net per l’affidabilità dell’informazione medica. Indicizzata come rivista scientifica peer-reviewed nella Directory of Open Access Journals (DOAJ) e Google Scholar.


Qui trovi il Codice deontologico UNI-PRO  al quale mi riferisco dal 1 aprile 2016




UNI-PRO è un’associazione di categoria professionale che, ai sensi della legge 4/2013, rilascia l’attestazione di competenza professionale agli Operatori e Counselor Olistici e accredita le relative Scuole di Formazione.
L’associazione fornisce una formazione di alta qualità attraverso l’eccellenza delle scuole che accredita dopo un’attenta ed accurata valutazione dei parametri richiesti. L’UNI-PRO è in grado di fornire una valida attestazione di competenza professionale ai propri soci grazie ai consueti incontri di revisione che consentono un reale confronto e scambio delle proprie conoscenze e competenze in un clima di reciproca compartecipazione e di arricchimento professionale permanente. L’UNI-PRO accoglie professionisti con comprovata esperienza pluriennale i cui parametri di selezione sono basati, non solo su un nutrito bagaglio teorico, tecnico e culturale (conoscenze), ma soprattutto sulla loro dimostrata esperienza ed abilità nell’applicazione di tali conoscenze nella propria attività professionale (competenze). A tal fine l’UNI-PRO si pone, come obiettivo finale, la testimonianza e la divulgazione sul territorio di una cultura e di un’etica olistica di alto valore educativo. Per traguardare tale obiettivo sono stati istituiti dei Coordinamenti Culturali cui possono afferire anche non soci purché in possesso di titoli e di documentata esperienza nel settore della ricerca e dell’innovazione nei vari ambiti professionali.

Nessun commento: