mercoledì 1 ottobre 2014

“Energia in movimento” a Legnano (Milano)


Come vi avevo già anticipato in un mio precedente post dall'incontro con il maestro Massimiliano Andreani dello Shorei shobu kan è nata l'idea di proporre nella sua palestra “Energia in movimento” un laboratorio teorico - pratico di Counseling che si basa sul mio metodo Samurai Lab.

L'intento è quello di dare alle persone gli strumenti per combattere lo stress nel quale siamo tutti coinvolti in modo che, aiutati dagli insegnamenti degli antichi samurai, possiamo ritrovare motivazione, fiducia in noi stessi e determinazione per affrontare le difficoltà della vita.

La presentazione di “Energia in movimento” sarà sabato 4 ottobre 2014 dalle 16:00 alle 17:30 a Legnano (Milano) presso la Palestra delle Scuole Medie in Via Bonvesin della Riva.

L'ingresso e la partecipazione alla presentazione sono gratuiti.

lunedì 29 settembre 2014

Abbey Programme: una nuova tesi di laurea


Lunedi scorso 22 settembre all'Università Cattolica di Milano, facoltà di Economia, Corso di laurea in Economia e Gestione Aziendale, Gabriele Davin, che vedete sorridente nella foto, ha presentato la sua tesi di Laurea dal titolo "L'utilizzo della Regola benedettina in azienda: organizzazione, modelli di leadership e casi". Il lavoro svolto con successo verteva sulla metodologia Abbey Programme e Gabriele si è soprattutto soffermato sulle motivazioni che hanno spinto aziende e imprenditori a partecipare al programma e sui risultati che ha apportato nella loro vita personale e aziendale.

E’ la quarta tesi che ha come soggetto di analisi e di studio la metodologia Abbey Programme e non posso che esserne felice.

Per chi volesse ricevere l'elaborato non ha che da contattarmi e farò volentieri da tramite con Gabriele a cui vanno il mio grazie e i miei complimenti.

mercoledì 24 settembre 2014

Un violino le salva il cervello


Che la musica aiuti nella vita e che abbia forti poteri terapeutici è una verità indiscussa. Inoltre, come ho già avuto modo di sottolineare qui nel mio blog, la musica è un ottimo supporto durante le sessioni di counseling per indurre il rilassamento e aiutare il consultante nel prendere decisioni e fissare obiettivi. Allo stesso modo nelle discipline bionaturali, come per esempio i trattamenti riflessologici, la musica crea l’atmosfera adatta affinché la persona possa ricaricarsi sotto le mani dell’operatore; addirittura un preparatore fito-floriterapico mi raccontava di lavorare solo ed esclusivamente con sottofondi di musica classica nella convinzione che le note aiutino la vibrazione positiva dei liquidi e delle preparazioni predisponendo già il preparato alla autoguarigione di chi ne usufruirà
Molte aziende agricole fanno sentire musica alle loro mucche durante la gestazione e anche nelle serre i prodotti della terra crescono meglio, più sani e con meno interventi chimici.
La musica può aiutare l’umore: esiste una vasta letteratura scientifica che ci indica cosa ascoltare quando siamo tristi o abbiamo bisogno di energie o di coraggio e determinazione.
Il caso di oggi ha comunque dello strepitoso perché nessuno penserebbe mai di farsi operare al cervello suonando il proprio violino.
“Naomi Elishuv si è sottoposta a un'operazione al cervello. E fin qui sembrerebbe tutto normale. Se non fosse che lo ha fatto suonando Mozart con il suo adorato violino.  La famosa violinista israeliana non si è data per vinta e dopo aver interrotto la sua carriera per una malattia che le procurava tremore, ha deciso di operarsi e l’ha fatto ritornando al suo grande amore: la musica”.
Il video e l’articolo di Repubblica  ci mostrano addirittura alcuni brevi momenti durante l’operazione.

domenica 21 settembre 2014

Rallentare


"Il mondo è sempre più pervaso di segnali di crisi, nell’ambiente esteriore, la natura che ci circonda, come nell’ambiente interiore, la nostra mente.". Per sopravvivere a questo dobbiamo cambiare gli strumenti da utilizzare per risolvere la crisi. Perchè? Perchè sono gli stessi cha l'hanno in buon parte causata. Come? Moiraghi, noto medico, terapeuta agopuntore e presidente ALMA Associazione Lombarda Medici Agopuntorici accompagna in questo suo libro dal titolo "Rallentare"  in un percorso che è anzitutto un cammino attraverso noi stessi, "perché altra possibilità non v’è, sarà quello che siamo, e in noi, nelle menti e nei cuori, la svolta è già viva e palpabile, il giro di boa sarà, già è, rallentare".
Un libro affascinate, scritto con il cuore per parlare al cuore e con la ragione per farci ragionare senza trucchi e senza inganni su quel potenziale nascosto in ognuno di noi, ma che pochi sanno sfruttare e rendere disponibili a se stessi e agli altri.
Rallentare per non perire, rallentare per dare un senso al correre.

giovedì 18 settembre 2014

L’angolo di Tiziano


“Il piacere: forse circondati da tanti drammi, globali e personali, ce ne stiamo dimenticando, ma non dovrebbe essere così se obiettivo primo, addirittura forse primordiale, conscio o inconscio, delle nostre vite è la ricerca del piacere, se non della felicità…..”
Per continuare a leggere clicca qui

martedì 16 settembre 2014

Samurai Lab: intervista a Legnano 24


Tirare fuori il guerriero che c’è in noi contro lo stress della quotidianità. È l’obiettivo del mio Samurai Lab, un progetto di counseling esperienziale, nato 15 anni fa, che arriva ora anche a Legnano grazie alla collaborazione con l’associazione d’arti marziali Shorei shobu kan dell’amico e Maestro Massimiliano Andreani (che vedete con me nella foto).
Presto, presso lo Shorei shobu kan con il Maestro Andreani, una presentazione ufficiale del metodo, le date e il programma del corso a Legnano. Continuate a seguirmi.

domenica 14 settembre 2014

6 passi per stare bene

-->
Autonomia, padronanza ambientale, crescita personale, relazioni positive con gli altri, scopo nella vita, auto-accettazione: sono questi, secondo Giovanni Fava, professore ordinario di Psicologia clinica dell’Università di Bologna e direttore della rivista Psychotherapy and Psychosomatics gli ingredienti fondamentali, i 6 pilastri del benessere psicologico.
 

La sua conclusione, ben spiegata in questo articolo de "Il Corriere della Sera" apre un’ulteriore riflessione, infatti Fava parla di "ingredienti" e, come per la preparazione di un piatto, ognuno ha la sua specificità. Inoltre, ciò che è importante ricordare, è che occorre “preparare” ciascuno degli ingredienti: la costruzione dei 6 pilastri del benessere psicologico è un lavoro molto complesso, che parte fin da bambini con l'aiuto dei nostri genitori e che si dovrebbe sviluppare lungo tutto l’arco della nostra vita.
In questo cammino è bene saper chiedere aiuto a degli esperti quando siamo in difficoltà o quando le cose non ci sembrano chiare: ogni singolo dettaglio diventa importante. Certo è che lungo questo percorso servono costanza e soprattutto determinazione perchè nessun risultato arriva per caso, ma va costruito giorno dopo giorno con pazienza. Il senso della vita è vivere e non sopravvivere e se non viviamo innanzitutto per noi stessi per chi lo dobbiamo fare?

mercoledì 10 settembre 2014

EMDR: una tecnica valida

-->
Sono molti i terapeuti che usano la tecnica EMDR e devo dire, da quello che mi raccontano, che è molto valida e dà grandi risultati. EMDR è l’acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing e serve per curare l'ansia, ma anche disturbi come il mal di testa o lo stress. Messa a punto nell’89 dalla psicologa americana Francine Shapiro del Mental Research Institute di Palo Alto per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress, negli anni ha visto nascere negli Stati Uniti una vera scuola di pensiero con un centro di ricerca, chiamato EMDR Institute, per tutte le possibili applicazioni di questa forma di trattamento, dai disturbi d’ansia agli attacchi di panico, alle fobie, alla depressione da lutto.
All’inizio osteggiata e criticata ora questa tecnica è ampiamente rivalutata proprio per i risultati che ha saputo dare nel tempo e in questo articolo de "Corriere Salute" è possibile approfondirne aspetti e modalità.