martedì 29 aprile 2008

Un giorno da “cani”

Sabato 10 maggio, per tutta la giornata, gli Amici del Randagio, di cui vi ho già parlato in un mio post precedente, hanno organizzato un “Randagio Day” presso Hilary Outlet (Via provinciale per Bulgorello, Vertemate con Minoprio).
Un’ occasione per conoscere meglio l’Associazione, i loro progetti e la nuova collezione
Lasciate la vostra impronta sostenendoli.

domenica 27 aprile 2008

Harry Potter e le arti marziali

Tai Sabaki (体捌き) è un termine usato nelle arti marziali giapponesi. Potrebbe essere tradotto come “controllo del corpo” e insegna a evitare l’attacco di un nemico con una piccola manovra evasiva.
È una tecnica molto interessante che faccio provare in Samurai Lab® e che dimostra come sia possibile, con un minimo sforzo, prevedere gli eventi, anticiparli e volgerli a nostro favore. Serve molta attenzione, uno studio accurato delle mosse dell’avversario, ma soprattutto la prontezza a cambiare tattica e direzione quando nessuno se lo aspetta.

Considero un ottimo esempio di Tai Sabaki la tecnica di marketing usata lo scorso anno per il lancio del parco a tema “Il magico mondo di Harry Potter”.
Gli ideatori, con un minimo investimento, l’hanno comunicato a soli “7 fans selezionati” - che potessero poi diffondere la notizia all’infinito attraverso i loro siti dedicati al maghetto – anziché usare i tradizionali e costosissimi canali del marketing tradizionale. Un cambiamento di tattica, che si è risolto in un marketing virale di grandissima risonanza (si conta che 350 milioni di persone siano a conoscenza del progetto).

Per chi si fosse perso l’annuncio lo può vedere qui.

giovedì 24 aprile 2008

martedì 22 aprile 2008

Geo...è dal parrucchiere

Mi ha colpito la nuova campagna pubblicitaria di Geo il mensile G+J/Mondatori che potete vedere qui sopra.
L’headline è perentoria: “Non cercatelo dal parrucchiere”, facendoci capire che lì ci sono solo le riviste gossip…

Bene, come sapete ho tra i miei clienti tanti parrucchieri e consulenti di bellezza e vi assicuro che oggi la realtà di molti saloni è ben diversa dai soliti luoghi comuni…

domenica 20 aprile 2008

Davide Van de Sfroos: la grande prova del Datch Forum

Ieri sera ero all’atteso concerto di Davide Van de Sfroos al Datch Forum di Assago. Le sue canzoni mi hanno sempre fatto un effetto antidepressivo, ti mettono l’energia addosso e sono fatte di contrabbandieri, finanzieri, imprenditori e minatori, pescatori d’acqua dolce e streghe buone, tutti accomunati dalle rive del lago, da una partita a carte o un bicchiere di vino all’osteria.

Ascoltandolo, ho fatto questa riflessione: il messaggio di Davide ci dice che qualsiasi persona è in sé un eroe anche se è lontana dai riflettori o fa un mestiere umile. Saper valorizzare gli altri è molto difficile, soprattutto in un’azienda, ma, per esperienza, posso dirvi che gli uomini che vi lavorano chiedono sempre ai loro capi questa capacità. Van de Sfroos lo fa attraverso le canzoni: io cerco di trasmetterlo a chi partecipa ai miei corsi e sentire altri che condividono questo pensiero non mi fa sentire solo.

Davide, nella coerenza che lo accomuna ai suoi eroi, ringrazia tutti gli 11.000 presenti come i veri artefici del suo successo; anche noi sappiamo fare lo stesso?

Mi resta l’immagine di una grande festa in cui ho visto un disabile, non più giovane, ballare in carrozzella aiutato da un uomo di colore incontrato lì per caso: la poesia delle cose semplici fatte col cuore fa sempre miracoli.

giovedì 17 aprile 2008

martedì 15 aprile 2008

Trashy Bag: borse dalla spazzatura

“Facciamo borse…dalle bottiglie di plastica raccolte in giro”.

Si presentano così quelli della “Trashy Bag” ed è vero.

Un esercito di persone è impegnato a raccogliere per il Ghana le bottiglie di plastica vuote gettate in giro. Il primo risultato è un ambiente pulito. Altre persone, le lavorano e le trasformano in borse e tracolle.

Se volete vedere questo secondo risultato cliccate qui.

Un esempio imprenditoriale che ci insegna come coniugare business ed ecologia dando tanto lavoro a tante persone.

domenica 13 aprile 2008

Parolacce e cultura d’impresa

In un precedente post, vi ho già parlato di come le parolacce nella vita aziendale, secondo qualcuno, scarichino i nervi e creino la squadra. Ora, invece, la Cassazione si è espressa in modo opposto come riporta un recente articolo de Il Sole 24ore.

Se un dirigente non usa il bon ton non solo danneggia i colleghi e i collaboratori, ma anche l’impresa dove lavora e per questa ragione diventa perseguibile penalmente. Quindi, interpretando quando dice la Cassazione, non è solo una questione di buon clima aziendale, ma di tutelare l’integrità psichica dei lavoratori. Sempre secondo l’articolo il responsabile delle risorse umane deve diventare una figura chiave con il compito di creare un clima di lavoro più favorevole e una cultura d’impresa orientata alle persone e ai valori.

La cultura d’impresa e i valori dell’uomo sono un tema molto richiesto in Abbey Programme®: se il capo deve dare il buon esempio partiamo proprio dai fatti…con le parole.

giovedì 10 aprile 2008

martedì 8 aprile 2008

Anna Santomauro: il nostro grazie

Eccoci qua sorridenti e contente il giorno dell’inaugurazione del nuovo Centro Benessere tutte intorno ad Anna.
Il nostro grazie a tutti i visitatori del blog (e sono stati tanti), a quelli che ne hanno parlato e a quelli che hanno fatto festa insieme a noi poco più di una settimana fa.
Naturalmente vi aspettiamo.
Anna Santomauro e tutta la sua equipe.

domenica 6 aprile 2008

Il formatore e la semina

Quali caratteristiche deve avere il formatore più adatto? Me lo chiedo da anni e, pur avendo pensato di trovare varie risposte, ogni volta che vedo o sento la performance di un collega, le domande rimangono aperte. Ho anche navigato tra siti e blog e, chiaramente, ognuno sostiene di essere il migliore o di avere la tecnica più efficace.

La tentazione più grande di noi formatori è la facilità di dipingerci sempre come dei guru. Chi fa formazione tradizionale, di solito snobba il mondo dell’outdoor e della formazione esperienziale e viceversa; io invece penso che ci possano essere delle continuità interessanti. E’ un discorso che ho già affrontato in un mio precedente post; qui aggiungo che, secondo me, il bravo formatore deve insegnare a pensare prima che ad agire, deve aiutare le persone a conoscersi dentro. Per questo sono sempre perplesso di fronte ai guru che urlano slogan e utilizzano tecniche da psicoterapia di gruppo per motivare la gente… quanto dura la motivazione? Fino al prossimo corso se va bene.

Ultimamente mi hanno chiamato per tenere dei “seminari”. Mi piace questo termine perché racchiude in se “seminare”, condividere pensieri e azioni con le persone, per aspettare poi il raccolto.

Sto imparando che il seme deve essere buono, la terra va preparata con attenzione e pazienza e le piante vanno lasciate crescere, ognuna col suo tempo, e curate costantemente. E quando si raccoglie ce n’è veramente per tutti. Io credo che il bravo formatore semini sempre parlando con il cuore. E se qualche volta si perde il cliente, dispiace, ma i terreni incolti sono infiniti e il viaggio continua.

giovedì 3 aprile 2008

martedì 1 aprile 2008

Samurai Lab a Correggio (Reggio Emilia)


“Abbiamo passato due giorni con te per imparare a sviluppare le nostre capacità di concentrazione e motivazione attraverso il codice d’onore dei Samurai e l’uso della spada. Questo corso ci ha dato molto coraggio per affrontare le difficoltà della vita con ottimismo e combatterle senza fatica. Abbiamo imparato come mantenere con fermezza le nostre posizioni e raggiungere gli obiettivi: ce la faremo perché siamo una squadra; siamo a metà del cammino ma alla fine ci riusciremo.
Contiamo di avere presto Ornella nel nostro gruppo visto che ne condivide già la formazione e la filosofia.
Grazie Paolo”.

Valerio, Mariangela, Kirandeep, Tetyana, Angelica, Giusy, Ornella.

Ecco il commento (con le foto di gruppo e di un momento di debriefing) di MV Parrucchieri di Correggio al termine del loro primo Samurai Lab®